Risparmia con i pacchetti offerta - Tutti i caffè con un articolo supplementare ad un prezzo vantaggioso – Scopri qui la selezione
Spedizione gratuita da 100 €
Diritto di reso entro 30 giorni

Preparazione del caffè espresso passo per passo

La preparazione dell'espresso - passo per passo

Qui imparerai tutte le fasi importanti della preparazione dell'espresso. Se sei ancora un principiante potrai tranquillamente saltare alcuni di questi passaggi, ma se sei un perfezionista e un buongustaio dovresti seguirli.

Istruzioni per l'espresso perfetto

1. Accendere la macchina e aspettare circa 15 minuti affinché si riscaldi completamente

2. Ora deve essere riscaldata la tazza. È possibile utilizzare sia l'acqua calda del rubinetto che il vapore della lancia della macchina. Fai attenzione che l'acqua calda che si è accumulata nella tazza non schizzi fuori dalla tazza!

3. A questo punto viene riscaldato il portafiltro - se non è già caldo - avviando la pompa della macchina e lasciando scorrere un po' d'acqua calda attraverso il portafiltro vuoto.

4. Riempire ora il portafiltro con la giusta quantità (per una tazza circa 7 g) di caffè in polvere appena macinato.

5. Pressare leggermente la polvere nel filtro con un cucchiaino da caffè o un “Tamper” (pressino) e pulire i bordi del portafiltro dai residui di caffè. Il portafiltro può quindi essere collocato nel gruppo di erogazione della macchina.

6. Quando si raggiunge la giusta quantità di caffè espresso (una tazza riempita fino a circa 2/3), interrompere l'erogazione del caffè. Assicurarsi che l'espresso non superi il tempo di estrazione corretto (20-30 sec.), altrimenti il caffè diventa troppo acido. Tuttavia, questo tempo può variare leggermente a seconda della macchina e del grado di macinatura dei chicchi. Fai attenzione a garantire una temperatura di erogazione di circa 93°C (+/- 2°C). L'acqua al punto di bollore o una temperatura superiore ai 96°C disciolgono le sostanze amare della polvere di caffè. E chi vuole bere un espresso amaro?

7. Ora l'espresso può essere servito o la bevanda a base di caffè espresso può essere preparata, come ad esempio un cappuccino o un latte macchiato. Maggiori informazioni su questo sotto la voce Specialità di caffè italiane.

8. Rimuovere infine il portafiltro dal gruppo erogatore e svuotarlo, cioè batterlo con un colpetto, per evitare che i residui di caffè si incrostino nel filtro. Tuttavia, attendere circa 15 secondi prima di rimuovere il portafiltro, per assicurarsi che la pressione nel gruppo si sia ridotta!

9. Dopo un'accurata pulizia, il portafiltro viene riposto nel gruppo di erogazione per mantenere il tutto ancora caldo per la tazza successiva.