15% di sconto su Mocambo Gran Bar | 10% di risparmio sul set premiato con l'oro
Spedizione gratuita da 100 €
Paga dopo la consegna grazie a Klarna*

Prezzi del caffè - Il caffè in Borsa

Caffè: una materia prima in borsa

La bevanda più consumata al mondo dopo l'acqua. In termini di valore, il caffè è la materia prima più importante dopo il petrolio greggio. Borse importanti: NYBOT e LIFFE

Prezzi fluttuanti

Nonostante gli sforzi dei vari operatori, ci sono innumerevoli fattori naturali che fanno oscillare il prezzo del caffè.

Per via del modo in cui viene prodotto, ad esempio, è difficile compensare i picchi di domanda e coltivare più piante e arruvare ad avere il primo raccolto richiede anni. Questo fa salire il prezzo alle stelle.

Un indicatore di questo gioco di domanda e offerta è il totale di quattro borse su cui è attualmente negoziato il caffè.

Particolarmente importanti sono la borsa Robusta sulla londinese EURONEXT e la borsa Arabica sul New York Trade Board. Qui, oltre alle normali operazioni di borsa del caffè, vengono concluse transazioni a termine per grandi quantità di caffè in grani e vengono effettuate speculazioni sull'andamento del prezzo del caffè.

Per molti, soprattutto per gli acquirenti più piccoli come i torrefattori, la borsa, sulla quale vengono scambiate solo "qualità standard", è piuttosto un indicatore dei prezzi non vincolante. I caffè di questo mondo sono dei più diversi. Qualità, origine, condizioni di crescita, considerazione per l'ambiente e fattori secondari come i costi di trasporto e i tassi di cambio variano a volte anche molto.

Chi acquista da piccole aziende agricole e dà importanza al buon caffè, quindi, spesso acquista caffè il cui prezzo è stato concordato direttamente con l'intermediario o il produttore.

Sono stati istituiti accordi commerciali, organi di controllo e scambi per evitare fluttuazioni del prezzo del caffè indotte artificialmente. Oggi, l'ICO (International Coffee Organization) (Link http://www.ico.org ) ha la responsabilità di garantire il rispetto di rigorose linee guida igieniche e ambientali.

L'ICO fa da mediatore e negozia tra 77 Paesi importatori ed esportatori di caffè.