Forti e a bassa acidità: i migliori caffè di Napoli a un prezzo scontato | Offerta della settimana: set da degustazione Napoletano con il 15% di sconto
Spedizione gratuita da 100 €
Paga dopo la consegna grazie a Klarna*

Caffè verde

Il trasporto del caffè - il grande viaggio

Ogni chicco di caffè copre molte migliaia di chilometri dalla piantagione al bicchiere del latte macchiato. Il trasporto avviene in diversi modi e fa del caffè uno dei beni commerciali mondiali più importanti del 21° secolo.

Sia che si raccolga a macchina o a mano - il trasporto inizia di solito con il caricamento nei rimorchi di piccoli trattori manovrabili. Nelle piantagioni di Arabica, particolarmente montuose e impraticabili, questo passaggio viene saltato e le ciliegie di caffè vengono portate direttamente all’azienda agricola dai raccoglitori.

Dopo la preparazione, l'essiccazione e la cernita, il caffè verde viene classificato in base alle diverse qualità e dimensioni dei chicchi, riempito in sacchi di iuta da 60 kg (in America Latina 70 kg) e trasportato su camion verso piccoli porti o verso i grandi porti di esportazione del caffè come il Santos in Brasile. A volte il caffè viene conservato per diversi mesi in grandi magazzini prima di essere caricato in container marittimi su grandi navi portacontainer. Dopo due o tre settimane, il caffè arriva ad Amburgo, il più grande porto del caffè della Germania, e viene nuovamente caricato su camion e treni.

Magazzino di caffè

Durante il trasporto è particolarmente importante che il caffè sia protetto dai danni causati dall'umidità. Idealmente, viene trasportato e conservato ad una temperatura interna di 18-25 gradi. Nel contenitore si forma il cosiddetto sudore del carico, dovuto principalmente alle elevate fluttuazioni di temperatura. I contenitori di caffè devono quindi essere sistemati il più possibile in profondità nello scafo e, soprattutto, la velocità è fondamentale quando si scarica il carico in porti freddi come quello di Amburgo.

Il caffè viene poi tostato in vari modi in uno dei quasi 300 impianti di torrefazione tedeschi e poi macinato o confezionato in chicchi interi in piccole confezioni e barattoli e portato nei supermercati e negli altri negozi. Gran parte degli 1,4 milioni di tonnellate di caffè importati in Germania ogni anno viene utilizzata per la produzione di altri prodotti a base di caffè, come il caffè solubile o decaffeinato, facendo della Germania il più grande esportatore mondiale di prodotti a base di caffè.

L'estinzione dei sacchetti di caffè

Soprattutto per risparmiare sui costi, oggi i sacchi di iuta sono sempre meno utilizzati. Le grandi aziende e le cooperative spediscono il loro caffè quasi esclusivamente come merce sfusa in contenitori di caffè appositamente ventilati. Circa il 95% del caffè viene oggi spedito in container marittimi, sia come carico generico che sfuso.